Federazione dei dottori agronomi e forestali dell'Umbria
Ordine Provinciale di Perugia - Ordine Provinciale di Terni
Area Riservata
Login in corso...
Commissioni permanenti : Agricoltura e Sviluppo Rurale
Torna alla commissioneTorna alla commissione
Agricoltura e Sviluppo Rurale
Commissione Volontaria
04/12/2017

Si trasmette quanto inviato dal Dott. Polenzani:

 

Gentili Organizzazioni e Ordini, abbiamo ricevuto alcune richieste di chiarimento in merito alla previsione di cui all’art. 5 del bando lettera h) circa l’obbligo, per i giovani insediati, di iscrizione al regime previdenziale agricolo. Come tutti dovrebbero sapere, soprattutto gli addetti ai lavori, in Italia chiunque eserciti un’attività - anche in forma societaria - ha l’obbligo di iscrizione all’INPS con conseguente pagamento dei contributi previdenziali. Chi svolge a titolo prevalente (o meglio esclusivo) l’attività agricola, come i giovani che si insediano ai sensi della tipologia d’intervento 6.1.1, ha questo obbligo. Allego una circolare che può aiutare meglio a capire che cosa trattiamo.

 

Da quanto dichiarato, almeno sulla carta, i giovani che si insediano svolgono l’attività di imprenditori agricoli a tempo pieno dalla data di insediamento, non possono, quindi, derogare dall’obbligo di iscriversi al regime previdenziale. Se, pur svolgendo l’attività agricola a titolo esclusivo, non sono iscritti ad alcun regime previdenziale, violano precise norme di legge. Se svolgono un altro lavoro per il quale sono iscritti ad un regime previdenziale diverso da quello agricolo, sono in regola con la legge dal punto di vista previdenziale, ma hanno dichiarato il falso in sede di domanda 6.1.1, dichiarando di essersi insediati e di svolgere l’attività agricola a tempo pieno.

 

Chiarito che l’obbligo di iscrizione al regime previdenziale agricolo per chi esercita a tempo pieno o prevalente l’attività agricola deriva dalle leggi in vigore e non dal bando. Richiamo l’attenzione sul fatto che, accanto a questo obbligo, vi è, questo previsto dal bando, l’impegno a rispettare la vigente normativa in materia previdenziale. Questo impegno vige dalla data della domanda sino alla conclusione del periodo vincolativo. L’omesso versamento dei contributi previdenziali da parte di chi è obbligato per legge costituisce una violazione di tale impegno.

 

Per fortuna, da quanto risulta alla Regione, la stragrande maggioranza dei giovani che hanno fatto domanda è iscritta all’INPS. Fanno eccezione, e questo è giustificato, i giovani che hanno dimensioni aziendali tali da non coprire il fabbisogno di 104 giornate richiesto dall’INPS e che si impegnano a raggiungere tale livello attraverso il piano ed entro il termine per sua ultimazione si iscrivono. Ovviamente per chi non ha provveduto ad iscriversi pur essendovi obbligato, vale la possibilità di ravvedersi e richiedere l’iscrizione all’INPS con effetto retroattivo dalla data di insediamento.

 

Distinti saluti

 

Giuliano Polenzani

Commissioni
Archivio »Attività Istituzionali
Archivio »Ultimi eventi
Archivio »Trasparenza
Archivio »Esami di Stato
Archivio »Convenzioni
Meteo Perugia
Meteo Terni
Federazione dei Dottori Agronomi e dei Dottori Forestali dell'Umbria

Borgo XX Giugno, 72, 06100 Perugia - Tel/fax: 075-30910
E-mail: info@agronomiforestaliumbria.it
E-mail PEC: protocollo.odaf.umbria@conafpec.it

Ordine dei Dottori Agronomi e Dottori Forestali della Provincia di Perugia

Borgo XX Giugno, 72 06100 Perugia - Tel/fax: 075-35282
E-mail: agronomi.pg@virgilio.it
E-mail PEC: protocollo.odaf.perugia@conafpec.it

Ordine dei Dottori Agronomi e Dottori Forestali della Provincia di Terni

Corso del Popolo 63
05100 Terni
E-mail: ordine.agronomi.terni@virgilio.it
E-mail PEC: protocollo.odaf.terni@conafpec.it